Download e-book for kindle: Giuseppe Mazzini e i Democratici nel Quarantotto Lombardo: by Giovanni Luseroni

By Giovanni Luseroni

Il libro, attraverso un'accurata e dettagliata disamina delle fonti primarie coeve (in particolare carteggi, giornali e documenti manoscritti ed a stampa), rivisita l'azione di Mazzini, di Garibaldi e di altri patrioti di primo e di secondo piano nella Lombardia redenta dalle Cinque giornate, con uno sguardo agli antecedenti ed agli avvenimenti successivi. L'autore in line withò ha dato rilievo anche ai "dimenticati dalla Storia", cioè a quei tanti sconosciuti che non occuparono ruoli dirigenti o non apportarono contributi teorici al dibattito risorgimentale, ma che fecero sí che l'Italia vivesse los angeles stagione della "primavera dei popoli" grazie al loro coraggio ed ai loro sacrifici spinti talvolta fino all'estremo. Del resto non furono solo i grandi personaggi a dare vita al Quarantotto italiano, un nodo cruciale della nostra storia, perché entrò prepotentemente in scena quel popolo che consistent with tanti anni i democratici avevano cercato di chiamare alla lotta affinché l. a. nostra penisola conquistasse l'indipendenza, l. a. libertà e los angeles nazionalità.
Dal quantity emerge quindi un quadro articolato e vivace in cui risalta l'importanza del cosiddetto "partito d'azione" con le sue componenti e le sue determine più o meno famose. Indubbiamente i democratici del Risorgimento commisero molti errori e mostrarono limiti progettuali e politici, ma riuscirono a forgiare los angeles coscienza nazionale scrivendo pagine indelebili nel nostro lungo e tortuoso cammino consistent with diventare una nazione.

Show description

Read more

Memoria e rimozione: I crimini di guerra del Giappone e by Autori Vari,Giovanni Contini,Filippo Focardi,Marta PDF

By Autori Vari,Giovanni Contini,Filippo Focardi,Marta Petricioli

I saggi qui raccolti esaminano – in step with los angeles prima volta in chiave comparativa – i crimini di guerra commessi da Italia e Giappone e i processi di rimozione nella memoria pubblica, messi in atto dopo il 1945, riguardo alle pagine più buie del passato coloniale e alle violenze commesse durante l. a. seconda guerra mondiale.
Entrambi i paesi perseguirono obiettivi ambiziosi di espansione al effective di creare spazi di controllo imperiale, utilizzando politiche di sfruttamento e di controllo dei territori basate sul ricorso sistematico alla violenza: deportazioni e sanguinose rappresaglie, con fucilazioni di ostaggi e incendi di villaggi, come nel caso dell’occupazione italiana della Jugoslavia; oppure attraverso lo sfruttamento intensivo della forza lavoro coatta dei prigionieri di guerra e delle popolazioni assoggettate e lo stupro di donne dei paesi occupati da parte dei soldati giapponesi.
Il quantity analizza, inoltre, come il muro del silenzio sui crimini nazionali abbia cominciato a sgretolarsi in anni recenti, in Italia grazie a una nuova ondata di studi sulle occupazioni fasciste in Africa e in Europa, in Giappone soprattutto grazie ai numerosi processi intentati dalle vittime delle violenze giapponesi e dai loro familiari.

Show description

Read more

Download PDF by Pasquale Hamel: La fine del regno: 2 (Augustali / Pocket) (Italian Edition)

By Pasquale Hamel

Alla morte del suo fondatore il regno di Sicilia è un potente soggetto politico nello scacchiere Mediterraneo. Ruggero II, saggio e lucido sovrano, ne ha consolidato le strutture interne venendo a capo del tradizionale ribellismo dei conti normanni. I suoi nemici tradizionali – il Papa, l’Impero d’Occidente, l’Impero bizantino – sono stati costretti a riconoscerne l’esistenza e a venire a patti con lo stesso. Niente avrebbe fatto immaginare che quel miracolo istituzionale, come da qualcuno è stato definito, sarebbe durato appena quarant’anni. Infatti, già con il suo immediato successore, Guglielmo I, i tradizionali problemi di convivenza fra etnie e tradition various e le ambizioni dei grandi feudatari, aprirono crepe insanabili nell’edificio ruggeriano mentre le ambizioni dei tradizionali nemici, ripresero vigore determinando una lenta ma inarrestabile agonia. l. a. pessima politica di Guglielmo II segnata da ambiziosi progetti che andavano al di là le possibilità del regno, los angeles assenza della necessaria lucidità che ne contraddistinsero scelte ed azioni, indebolì ulteriormente il regno e lo espose alle pretese dei discendenti di Federico Barbarossa. in keeping with queste ragioni, il generoso tentativo di Tancredi d’Altavilla, ultimo vero re normanno, di salvare il regno, non poteva che dimostrarsi velleitario.
L’autore racconta le fasi di questi intensi quarant’anni, soffermandosi, con dovizia di particolari, sulla strutture politiche, amministrative ed economiche della cosiddetta “età dei Guglielmi”, esaminando i contesti internazionali e negando los angeles sostenuta continuità fra il regno fondato da Ruggero e quello conquistato da Enrico VI con il consenso della moglie Costanza.

Show description

Read more

Download PDF by Sergio Romano,R. La Forgia: Le altre facce della storia: Dietro le quinte dei grandi

By Sergio Romano,R. La Forgia

l. a. storia può essere studiata e rappresentata come una sequenza di eventi dominati da ideologie rivoluzionarie, ambizioni nazionali, trasformazioni economiche, fervori religiosi e innovazioni tecnologiche. Ma quando ci si rivolge al passato con uno sguardo libero dai pregiudizi, esso ci appare prima di tutto come un orizzonte popolato di persone. Un teatro umano “di vizi e di virtù, di nobili aspirazioni e di bassi interessi” incarnati da chi, nelle epoche, vi ha recitato un ruolo da protagonista o da semplice comprimario.
Sergio Romano ci guida dietro le quinte della storia ufficiale attraverso una serie di biografie essenziali ed evocative, una galleria di ritratti nati dal dialogo con i lettori della rubrica da lui curata sul “Corriere della Sera”: cento personaggi, cento uomini e donne – da Gertrude Bell, che “inventò” l’Iraq, a Georg Elser, che arrivò a un passo dall’uccidere Hitler, da Gobineau, teorico del razzismo, a Fortunato Formiggini, editore geniale e irriverente – che si sono ritrovati, consistent with scelte consapevoli o loro malgrado, al centro degli eventi che hanno segnato il nostro passato. A dimostrazione di come l. a. “storia sia irrazionale, contraddittoria, spesso assurda e, in ultima analisi, terribilmente umana”.

Show description

Read more

Download e-book for kindle: Cavour, l'Italia e l'Europa (Prismi) (Italian Edition) by Umberto Levra

By Umberto Levra

Per quanto meno carismatico di un Mazzini o di un Garibaldi, Cavour è il principale
artefice del processo che ha condotto all'unità d'Italia. Ciò che gli stava a cuore era
soprattutto, più che l'unificazione, l. a. modernizzazione politica ed economica del paese:
il che voleva dire, in keeping with lui, l'instaurazione di uno stato liberale, di un'economia di
mercato sul modello inglese, di relazioni con l. a. chiesa fondate sulla reciproca
autonomia. L'unità d'Italia fu così resa possibile da una politica lungimirante che
guardava al di là dei confini, senza coltivare sogni rivoluzionari e senza indulgere in
sterili avventure. Questo quantity, al quale hanno collaborato alcuni importanti storici
dell'Otto-Novecento (L. Cafagna, G.B. Clemens, J.A. Davis, E. Di Nolfo, G. Galasso, U.
Levra, S. Montaldo, M.L. Salvadori, F. Traniello, A. Viarengo, G. Virlogeux), delinea
nella sua complessità il programma cavouriano e i vari aspetti della sua realizzazione,
offrendo un contributo importante alla riflessione sul processo che ha portato
all'unificazione del paese.

Show description

Read more

Il mio Novecento (Italian Edition) - download pdf or read online

By Angelo Del Boca

Questo libro vuole offrire, come scrive Del Boca nell’introduzione, «una visione del Novecento e dintorni» intrecciando il racconto della vita dell’autore con gli avvenimenti di cui è stato testimone. Da questo punto di vista, esso è un’autobiografia, precisamente l’autobiografia di uno dei più importanti storici e «inviati speciali» del nostro secondo dopoguerra.
Poiché, però, nelle sue pagine accade spesso che l. a. memoria non torni al passato con gli occhi del presente, ma si serva di reportages d’epoca, pagine di diario e appunti stesi in presa diretta, esso è anche uno di quei rari libri in cui momenti e personaggi fondamentali del Novecento vengono descritti e colti nell’istante stesso in cui rispettivamente si danno e agiscono.
Da Benito Mussolini che il sixteen luglio 1944, sulla piazza d’armi di Genzevag in Germania, passa in rivista los angeles divisione Monterosa e si presenta al cospetto dell’autore tremendamente invecchiato, pallido, con le guance scavate, l’occhio spento, los angeles pelle cascante sotto il mento e los angeles divisa che, senza gradi e simboli, accentua l. a. sua aria dimessa; advert Albert Schweitzer, il «grande dottore bianco» premio Nobel in keeping with l. a. speed che, nel luglio del 1959, nell’immensa foresta del Gabon, rotta da paludi dove tutto imputridisce, accoglie l’autore suonando all’organo il Jesu, meine Freunde, di Johann Sebastian Bach; a Madre Teresa di Calcutta che, nel maggio del 1957, piccola, magra, il viso scavato a punta, gli occhi grandi e grigi e pieghe amare intorno alla bocca, medica con dedizione e perizia i lebbrosi ospiti nella Casa del Moribondo di Kalighat; al colonnello Muammar Gheddafi che riceve l’autore con un guardaroba esemplare della sua stravaganza e civetteria: foulard colour beige in testa, burnus nero e stivaletti di pelle nera lucidissimi; numerosi sono i protagonisti del secolo scorso che sfilano in queste pagine come su una quinta posta davanti ai nostri occhi.
È soprattutto, però, nella rievocazione dei momenti più intimi e personali, come advert esempio los angeles descrizione del lungo cammino fatto dal padre ammalato, dalla stazione di Codogno alla val Luretta in line with chilometri e chilometri a piedi con una pesante valigia in mano, fino al distaccamento dei partigiani al Castello di Lisignano, che Del Boca ci restituisce davvero lo spirito del Novecento, così come l’ha vissuto un ragazzo nato nel ’25, diventato dapprima comandante partigiano e poi «inviato speciale» e storico che ha trascorso l’intera seconda metà del secolo a denunciare menzogne e mistificazioni, a scovare «verità scomode» negli archivi e dalla viva voce dei testimoni.
Se c’è qualcosa che i lettori, i giovani innanzi tutto, possono trarre da queste pagine, così piene di vita e di passione, è che non è affatto vero, come pretendono oggi i cantori del revisionismo storico, che nel Novecento sia naufragata, insieme con tutti i messianismi, anche ogni possibilità di schierarsi dalla parte giusta. Qui si narra di una vita che non ha fatto altro che semplicemente questo.

Il Novecento nei ricordi «del più illustre fra gli storici del colonialismo italiano».
La Repubblica

«Quasi seicento pagine in line with fare puntigliosamente i conti con un lungo tratto del secolo che se ne è andato. Luoghi e frammenti di mondi restituiti da Angelo Del Boca con vivacissima memoria e scrupolosa documentazione».
Supplemento de los angeles Stampa

«Questo Il mio novecento è uno straordinario e affascinante racconto biografico, e non credo solo in step with i suoi coetanei».
Valentino Parlato, il Manifesto

«Pagine piene di vita e passione».
l'Adige

«Tra ricordi personali, testi inediti e articoli usciti sui diversi giornali con i quali ha collaborato come inviato speciale, il libro racconta los angeles storia di un secolo ma anche los angeles storia di una vita. l. a. vita di un uomo che del Novecento è stato buon testimone, lavorando sempre, prima come romanziere e giornalista e poi come storico e docente, in line with raccontare agli altri avvenimenti, fatti e realtà».
Libertà di Piacenza

Show description

Read more

Il duce e le donne: Avventure e passioni extraconiugali di - download pdf or read online

By Mimmo Franzinelli

Da sempre motivo di profonda curiosità, gli amori di Mussolini sono stati sinora ricostruiti essenzialmente su fonti di seconda mano, spesso riciclando aneddoti ormai risaputi.
Mimmo Franzinelli, grande conoscitore degli archivi storici italiani e stranieri, recupera dagli archivi di Stato e da fondi privati materiali e testimonianze finora inediti - i rapporti di polizia sulle donne del «Capo», le testimonianze di Claretta Petacci, le memorie dei collaboratori del duce, in particolare dell'autista Ercole Boratto - che consentono di ricostruire in chiave meno romanzata non solo le molteplici relazioni sentimentali di Mussolini, ma anche le sue piccole e grandi vanità, il suo bisogno di disporre contemporaneamente di più companion, los angeles sua brama di possesso e il demone della gelosia che lo tormentava.
Divenuto duce del fascismo, ai rapporti (predatori) di cameratismo degli anni giovanili Mussolini preferisce relazioni centrate sulla sua assoluta supremazia e sulla subalternità delle companion: vive los angeles propria sessualità come l'altra faccia della politica, convinto che los angeles donna, come los angeles folla, ami essere posseduta e dominata. Abituato a cogliere il piacere al volo, dove e come capita, s'accoppia fuggevolmente con cameriere e precettrici, con borghesi e con nobili, senza preconcetti di rango o di cultura: dalla francese Magda de Fontanges (sospettata di spionaggio e allontanata dall'Italia) all'influentissima Giulia Alliata di Montereale, principessa di Gangi; da Margherita Sarfatti a Maria José di Savoia (che gli si offrì nuda e che lui non seppe soddisfare). Alcune di queste storie nascondono risvolti drammatici, come nel caso della trentina Ida Dalser, che gli darà un figlio e che finirà rinchiusa in manicomio, o di Bianca Ceccato, sua segretaria al «Popolo d'Italia», costretta col ricatto a piegarsi alle sue richieste e poi fatta abortire.
Senza cedere a facili scandalismi, Il duce e le donne ricostruisce un segmento di vita italiana della prima metà del Novecento e offre un ritratto a tutto tondo dell'uomo che in keeping with un ventennio ha dominato l'Italia, individuando snodi emblematici tra dimensione personale e comportamenti pubblici.

Show description

Read more

Read e-book online UNA COLONIA ITALIANA. Incontri, memorie e rappresentazioni PDF

By Barbara Spadaro

Il testo

Alla vigilia della guerra di Libia, migliaia di donne e uomini erano determinati a cambiare lo status dell'Italia da terra di emigranti a potenza colonizzatrice, in line with sentirsi parte di un'idea di Europa "bianca" e "civile". l. a. più grande colonia mediterranea dell'Italia fu teatro di sanguinosi conflitti e ridondanti imprese di colonizzazione agricola, ma anche di nuovi modi di condurre l. a. vita domestica e familiare, impiegare il pace libero, viaggiare: in breve, di sperimentare e costruire nuove identità di genere, classe e "razza". Questo percorso attraverso storie, memorie, e fotografie di soggetti che vissero l'Italia e los angeles Libia rivela come l'immaginario suscitato da questa colonia sia entrato in aspetti profondi dell'autopercezione degli italiani, restandovi in circolo in forme che nutrono, in modi a volte inaspettati, asimmetrie e rapporti di potere nell'Italia di oggi.

Show description

Read more

Get 1943: Diario dell'anno che sconvolse l'Italia (Italian PDF

By Marco Gasparini,Claudio Razeto

Il 1943 fu indubbiamente l’anno che cambiò il corso della Seconda Guerra Mondiale e i cui eventi determinarono il crollo del regime di Mussolini in Italia e l. a. conseguente guerra civile. Da allora l. a. info eight settembre, quella dell’armistizio con gli Alleati, rimarrà according to sempre nella storia degli italiani come sinonimo di caos e di sfascio, di fuga e di disonore ma anche di riscatto e di orgoglio come accade così spesso nella storia del nostro Paese, capace di reazioni estreme quando los angeles situazione si fa insostenibile. Dodici mesi terribili ed eclatanti in cui accadde di tutto e di tutto si disse. Dalla nice del regime fascista alla ritirata dell’Armata italiana in Russia, dall’ultima battaglia d’Africa in Tunisia allo sbarco in Sicilia. Il lavoro di Gasparini e Razzeto è l. a. ricostruzione quotidiana di un anno advert alta intensità. Trecentosessantacinque giorni raccontati ai lettori tramite documenti ufficiali, lettere, diari privati – come quelli di Ciano, Bottai, Rachele Mussolini e De Bono – archivi e giornali dell’epoca e materiale storico di Esercito, Aeronautica e Marina Militare. Una fedele trascrizione di ogni singola giornata, un diario scritto con le voci dei protagonisti che riserva non poche sorprese su ciò che accadde in quell’anno.

Show description

Read more

1848: La rivoluzione del Risorgimento (Studi e ricerche) by Enrico Francia PDF

By Enrico Francia

1848: il Risorgimento si fa rivoluzione. Insurrezioni, campagne militari e rivolte infiammano buona parte della Penisola, e nel frattempo giornali, manuali, catechismi, circoli, caffè, teatri diventano strumenti e luoghi di un’alfabetizzazione politica di massa. Centinaia di migliaia di persone sono chiamate a votare according to eleggere assemblee rappresentative; altrettante partono volontarie in step with combattere contro lo "straniero". È una rivoluzione condotta in nome della nazione, ma dalla quale emergono differenti proposte istituzionali: il costituzionalismo liberale, l. a. repubblica democratica, los angeles monarchia popolare. Attraverso una ricostruzione puntuale degli eventi, il libro analizza i circuiti della comunicazione politica, il rapporto tra élites e classi popolari, il ruolo della Chiesa, le dinamiche istituzionali che segnano questo straordinario momento della storia italiana.

Show description

Read more